Bagaglio a mano: il più piccolo e leggero

bagaglio a manoIl bagaglio a mano ha alleggerito tutti noi viaggiatori dalle classiche e ingombranti valigie. Fin quando non c’erano questi piccoli trolley, eravamo costretti a portare con noi una valigia grande anche se il nostro viaggio durava solo due o tre giorni. E ancor prima dell’avvento dei trolley, eravamo pure costretti a portare letteralmente a mano il bagaglio, visto che non c’erano ancora le ruote che ne agevolavano il trasporto. Ad oggi per fortuna il bagaglio a mano esiste ed ha pure le ruote, ciò non toglie che bisogna però scegliere il bagaglio a mano ideale, onde evitare di effettuare una scelta poco opportuna.
In questa pagina ci occuperemo di darti dei semplici consigli su come scegliere il bagaglio a mano ideale.

Per aiutarti a risparmiare e a scegliere dei bagagli a mano di qualità, ti proponiamo queste offerte (approfittane):

 

Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 22:44

Valigie piccole: dimensioni mini ma capienza migliorata con “l’espandibile”!

Quante volte non riusciamo a mettere tutto ciò che vogliamo in un bagaglio a mano?
Magari dopo che si è tutto piegato con ordine, sistemato in modo puntiglioso il proprio guardaroba all’interno, arriva il momento della chiusura della valigia. E qui iniziano i problemi perché il bagaglio non si chiude. C’è chi utilizza metodi poco ortodossi come salire sopra la valigia in modo da schiacciarla. Chi in preda da stress pre-partenza salta sul bagaglio. Tutti tentativi più o meno bizzarri che comunque non portano alla chiusura della zip.
Ecco che allora la soluzione è quella di optare per il bagaglio a mano espandibile. Ovvero, una cerniera che una volta aperta permette di aumentare la capacità del tuo bagaglio. Così potrai evitare di saltargli addosso e di sedertici sopra pur di chiuderlo.

Valigia 55x40x20: il bagaglio da cabina!

Può capitare di comprare una valigia piccola e magari essere convinti che la misura sia perfetta come “bagaglio da cabina” in un aereo. Però a volte la sorpresa è dietro l’angolo e il tuo bagaglio da cabina è in realtà un bagaglio da stiva e ciò significa che dovrai pagare ancor di più se vorrai che parta insieme a te. Situazioni che ad oggi capitano meno rispetto al passato, visto che si è più informati. Tuttavia ricordiamo che la misura ideale come bagaglio a mano è la seguente: 55x40x20.

Attenzione però: siccome ogni compagnia aerea ha comunque un proprio regolamento, è bene valutare in modo singolo se la misura max consentita è proprio 55x40x20 e non inferiore. In linea di massima comunque questa è la misura standard per tante compagnie aeree.
Sei interessato all’acquisto di una valigia che presenti proprio queste misure?
Allora, ti basta cliccare qui e scoprire queste offerte.

Valigia 24 ore: l’ideale per i lavoratori!

La differenza tra una valigia 24 ore e 48 ore è di certo la dimensione, la seconda (di cui parleremo meglio dopo) è più capiente della prima.
Ma cosa è possibile mettere nella valigia 24 ore?
Solitamente la valigetta 24 ore è ideale per i lavoratori per poter portare al suo interno il notebook, i documenti, le penne, le carte di credito, gli hard disk, i cavi e anche la macchina fotografica, ad esempio. Potrai avere tutto il necessario in una comoda e anche elegante valigetta. Sì, perché le 24 ore si contraddistinguono per l’innata eleganza. Spesso sono realizzate in pelle e sono le fedeli compagne di avvocati, notai, politici eccetera.
Naturalmente la valigetta 24 ore può anche essere usata per scopi non professionali. In quest’ultimo caso però consigliamo di optare per i modelli più economici. E visto che abbiamo introdotto il tema “economico”, vorremmo consigliarti di visualizzare queste offerte.

Valigia 48 ore: ideale per i viaggi di lavoro!

Fai spesso la tratta Roma-Milano per lavoro?
Ti trovi fin troppe volte su un aereo o su un treno?
Dormi spesso fuori?
La valigia 24 ore non può bastarti così così come il semplice trolley non è proprio molto elegante da portare con sé. La soluzione ideale è la valigia 48 ore.
Potrai inserire al suo interno non solo il notebook, le carte di credito, lo smartphone, l’hard disk e quant’altro di tecnologico, ma potrai pure metterci un abito di ricambio e il pigiama per la notte. E non dovrai nemmeno metterli a “casaccio” o uno sopra l’altro, perché ogni oggetto avrà il proprio scompartimento in modo da garantire sempre il massimo ordine.

Cosa mettere nella valigia 48 ore per non farsi trovare “impreparati”?
Cosa mettere in valigia è il classico dubbio che si porta dietro ogni viaggiatore. In questo caso visto che parliamo di viaggi da lavoro, la scelta è più “semplice”. Se devi partecipare a più eventi lavorativi, è il caso che all’interno tu possa portare più di una camicia e di certo un paio di pantaloni di ricambio. Se siamo nel periodo invernale, meglio portare un impermeabile giusto per impedire alla pioggia di rovinarci la giornata.
Nel caso tu fossi una donna, non sarebbe una cattiva idea quella di portare delle scarpe più comode, così nei periodi di “pausa da lavoro” potrai concedere un po’ di relax ai tuoi piedi.
Naturalmente, dormendo fuori non dimenticare il pigiama e un paio di pantofole.

Tra i migliori modelli noi vorremmo consigliarti il modello Invicta Cabin che vanta tutto il necessario per portare con sé sia il vestiario che il notebook. Se vuoi scoprirne il prezzo e le caratteristiche, ti basta cliccare qui.

Bagaglio a mano: prezzi

Per viaggiare più leggeri, per avere la sicurezza (quando si viaggia in aereo) che il bagaglio di certo arriverà a destinazione con noi, il bagaglio a mano è la soluzione ideale. Piccolo ma allo stesso tempo permette di portare tutto ciò di cui abbiamo bisogno per i nostri viaggi brevi, sia che essi siano di piacere che di lavoro. E considerando il prezzo che allo stesso modo è mini [come puoi vedere da questi prezzi] noi ne consigliamo l’acquisto.